Perché scegliere BIO

Perché scegliere BIO

L’IMPORTANZA DELLE CERTIFICAZIONI
In primis vorrei spiegare l’importanza delle certificazioni: queste sono l’unico mezzo che il consumatore ha per evitare di incappare nei tanti cosmetici “finto-biologici” che sono in commercio. Questi sono uno specchietto per le allodole, hanno al loro interno si una percentuale di materie prime vegetali, ma hanno anche e molto spesso componenti nocivi che sono invece banditi dalle regolamentazioni Bio, citiamo per esempio coloranti e profumi sintetici, petrolchimici (derivati del petrolio), tensioattivi etossilati, parabeni e conservanti, queste sostanze possono avere diversi effetti negativi sul nostro organismo, possono causare allergie, sensibilizzazioni o possono addirittura essere cancerogeni o creare problemi ormonali. Al riguardo consigliamo la lettura della pagina informativa sul disciplinare dell’ AIAB, l’Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica.
È dunque necessario assicurarsi, verificando la presenza in confezione di un marchio di garanzia, che il prodotto che stiamo andando ad acquistare sia Certificato da uno degli Organi predisposti a Garantire l’ Ecologicità di un prodotto.

BASSO IMPATTO AMBIENTALE
Altro importante motivo per cui scegliere un cosmetico Ecologico è che questi cosmetici hanno un basso impatto ambientale, rispettando appunto le regolamentazioni devono avere un imballaggio “leggero” senza sprechi di materiali, e devono essere composti da materiali facilmente smaltibili o ricavati da materiale riciclato.
Inoltre essendo di origine vegetale sono anche meno inquinanti, ricordiamoci che tutto quello che ci mettiamo addosso o che utilizziamo per la detersione finisce nelle acque e questo causa notevoli danni all’ecosistema.

I VANTAGGI DELL’AGRICOLTURA BIOLOGICA
Un cosmetico per poter godere dell’ eco-certificazione deve necessariamente contenere al suo interno una discreta quantità di ingredienti provenienti da agricoltura biologica.
L’Agricoltura biologica è un sistema produttivo che rispetta i cicli naturali della terra e la naturale crescita delle piante. Non vengono usati concimi chimici, acceleratori della crescita e antiparassitari nocivi e molto inquinanti. Questo modo di coltivare non solo riduce l’inquinamento e limita le emissioni dannose, ma conferisce alla materia prima ottenuta una alta percentuale di principi attivi.
Questi principi attivi poi li ritroviamo in percentuale maggiore nel cosmetico ecologico. I principi attivi sono quei componenti che agiscono effettivamente sul nostro corpo, dunque stabiliscono la maggiore o la minore efficacia di un cosmetico.

EFFICACIA E CONVENIENZA
I prodotti da supermercato non li prenderò neanche in considerazione, i loro prezzi così bassi possono esistere solo a scapito della qualità e del rispetto di ambiente e animali.
Prenderò in considerazione invece i prodotti di una fascia di prezzo media, buona parte di ciò che troviamo in profumeria e talvolta in farmacia.
Qui possiamo fare un confronto: i prezzi dei cosmetici ecologici sono equi e proporzionati, mentre invece nei cosmetici tradizionali ci troviamo a pagare un prezzo superiore dovuto alle eccessive spese sostenute dalle aziende in pubblicità e marketing. Tutta questa pubblicità però non aumenta l’efficacia del prodotto, il prodotto è il medesimo, la qualità è la stessa.
Chi produce cosmetici ecologici non investe in campagne milionarie, investe invece nella qualità. La trasparenza e la chiarezza degli ingredienti sono un ulteriore motivo per orientarsi in questa direzione, le etichette sono chiare, gli Inci (l’elenco degli ingredienti) sono esaustivi.
L’efficace dei prodotti ecologici è dovuta a un semplice motivo: la nostra pelle riconosce come amico un cosmetico biologico, lo tollera bene e ne favorisce l’assorbimento fino agli strati più profondi del derma. Non dimentichiamoci inoltre che un cosmetico biologico ha una più alta percentuale di principi attivi ed è dunque più concentrato ed efficace.

TEST SUGLI ANIMALI E UTILIZZO DI INGREDIENTI DI ORIGINE ANIMALE
In ultimo forse il punto più importante. I test sugli animali sono banditi assolutamente, le aziende che producono cosmetici biologici non fanno test sugli animali ne li commissionano a terzi. I test dermatologici vengono effettuati su persone volontarie che vi si sottopongono spontaneamente.
I test sugli animali è stato dimostrato da diversi studi sono pressocché inutili, atroci, dolorosissimi e talvolta mortali. Proprio di recente a Roma durante il “Congresso sulle Metodologie di Ricerca senza Sacrificio di Esseri Viventi” curato dall’ ECVAM (il centro europeo di validazione dei metodi alternativi) si è evinto come alternative possibili ed efficaci esistano concretamente. Bisogna solo muoversi in questa direzione il prima possibile.
Inoltre nella cosmesi Bio non vengono utilizzati tutti quegli ingredienti che comportano l’uccisione di animali. Ad esempio il sodium tollowate che è un grasso animale, è vietato l’utilizzo di collagene, cheratina, elastina e molti altri.